Modulistica unica regionale di procedimenti in materia di turismo (SCIA)

Con le Deliberazioni n. 336 del 4.6.2012, n. 544 del 2.9.2014 e n. 654 del 4.8.2015 la Giunta regionale ha approvato la "Modulistica unica regionale di procedimenti in materia di turismo" relativa 1) alle "Strutture turistico-ricettive e alle Agenzie viaggi" e 2) alla "segnalazione certificata inizio attività (Scia) per l'esercizio delle professioni di Accompagnatore Turistico e Guida Turistica".

Con la deliberazione di Giunta regionale n. 316 del 3.6.2019, la Regione Abruzzo, in attuazione dell’Accordo tra Governo, Regioni ed Enti Locali del 17 aprile 2019 concernente l’adozione di moduli nazionali unificati e standardizzati per la presentazione delle segnalazioni, comunicazioni e istanze in materia di attività commerciali e assimilate, ha aggiornato la modulistica unica regionale relativa alle strutture ricettive alberghiere ed  alle strutture ricettive all’aria aperta.

Nel contempo la stessa Giunta dà mandato all'Agenzia regionale per l'Informatica (ARIT) affinché provveda alla pubblicazione di tale modulistica sullo sportello on-line in materia di SUAP e richiede ai SUAP dei Comuni abruzzesi di mettere a disposizione dell'utenza nei loro siti web la modulistica approvata.

Per l'esercizio delle attività turistiche sottoelencate la SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ - S.C.I.A, per ciascuna categoria, VA INVIATA AL SUAP competente, unitamente alla documentazione prevista con la Modulistica approvata.

Per le professioni turistiche la SCIA attiva contestualmente la richiesta e la procedura per l'iscrizione ai relativi elenchi regionali (LR 9/2015). Gli iscritti agli elenchi delle professioni turistiche della Regione Abruzzo, precedentemente alla data del 28.5.2015 di entrata in vigore della L.R. 9/2015, non devono presentare la scia.

Di seguito la modulistica e i referenti a cui rivolgersi:

Strutture ricettive

Referenti

  • Regione Abruzzo - DPH Dipartimento Turismo, Cultura e Paesaggio - DPH002 Servizio Politiche Turistiche, Demanio Marittimo e Sostegno alle imprese - Ufficio Accoglienza Turistica e Classificazione Strutture Ricettive - C.so Vittorio Emanuele II, 301 - 65122 Pescara. Referenti dell’Ufficio: Patrizia Radicci 085/7672119; Giovina Di Marcoberardino 085/7672061.
  • SUAP del Comune sede dell'attività turistico-ricettiva

Modulistica

Agenzia di viaggi e turismo

  • Amministrazione competente: Provincia (del Comune sede dell'Agenzia) - Settore Turismo
  • SUAP del Comune sede dell'agenzia di viaggi e turismo

Modulistica

Direttori Tecnici AVT

Modulistica

Accompagnatori turistici - Guide turistiche

Modulistica

Avvertenze comuni alla presentazione della SCIA

La compilazione della Segnalazione Certificata Inizio Attività (SCIA) comporta l'assunzione della responsabilità penale delle attestazioni e delle dichiarazioni in essa rese circa il possesso dei requisiti e/o presupposti di legge relativi all'esercizio dell'attività (art. 19 c.6, L. n. 241/1990 e art. 76, DPR n. 445/2000), nonché la perdita dei benefici eventualmente ottenuti a seguito delle dichiarazioni mendaci.

Di seguito si riporta il testo dell'art. 19, comma 3, della L. 241/1990 come modificato dall'art. 6 della L. 124/2015 (entrato in vigore il 28 agosto 2015) cui si raccomanda di prestare la massima attenzione in merito alle conseguenze della presentazione di una SCIA in assenza di requisiti e presupposti di legge:

"L'amministrazione competente, in caso di accertata carenza dei requisiti e dei presupposti di cui al comma 1, nel termine di sessanta giorni dal ricevimento della segnalazione di cui al medesimo comma, adotta motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell'attività e di rimozione degli eventuali effetti dannosi di essa. Qualora sia possibile conformare l'attività intrapresa e i suoi effetti alla normativa vigente, l'amministrazione competente, con atto motivato, invita il privato a provvedere, disponendo la sospensione dell'attività intrapresa e prescrivendo le misure necessarie con la fissazione di un termine non inferiore a trenta giorni per l'adozione di queste ultime. In difetto di adozione delle misure stesse, decorso il suddetto termine, l'attività si intende vietata."

Si raccomanda, pertanto, di verificare attentamente i presupposti e i requisiti di legge e di presentare la SCIA soltanto nell'imminenza dell'apertura o dell'avvio attività e se completa delle autocertificazioni, dichiarazioni sostitutive di atto notorio, attestazioni e/o asseverazioni di tecnici abilitati e quant'altro richiesto dalla normativa che regola l'attività oggetto della segnalazione.

Documenti