Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza (R.P.C.T.)

Normativa - Struttura - Contatti

La normativa in materia di anticorruzione e trasparenza prevede l’obbligo per le pubbliche amministrazioni di nominare il Responsabile per la prevenzione della corruzione e della trasparenza (art. 1, c.7, della legge 6 novembre 2012, n. 190).

Con L.R. 27 luglio 2017, n. 39, recante “Modifiche all'articolo 7 della L.R. 10/2017, modifiche alla L.R. 77/1999 e ulteriori disposizioni”, viene demandato alla Giunta regionale l’individuazione della struttura competente in materia di prevenzione della corruzione e di promozione della trasparenza, nel cui ambito affidare, con proprio atto di organizzazione, le correlate funzioni di R.P.C.T. della Giunta Regionale, alla relativa figura apicale.

Con deliberazione n. 484 del 15.09.2017la Giunta Regionale ha individuato nel Servizio “Avvocatura Regionale” la struttura competente in materia di prevenzione della corruzione e di promozione della trasparenza e, in data 30 ottobre 2017, la dirigente del Servizio “Avvocatura Regionale”, Avv. Stefania Valeri, ha assunto formalmente le funzioni di Responsabile per la prevenzione della corruzione e della trasparenza.

Principali funzioni e competenze del R.P.C.T.

Compete al Responsabile per la prevenzione della corruzione e della trasparenza:

  • la proposta di adozione del Piano Triennale della Prevenzione della Corruzione e per la trasparenza (PTPCT) e relativi aggiornamenti, all’Organo di indirizzo politico (Giunta regionale), previa consultazione degli utenti interni ed esterni;
  • la pubblicazione del PTPCT approvato dalla Giunta Regionale nella sezione Amministrazione trasparente del sito istituzionale dell’amministrazione;
  • la verifica dell'efficace attuazione del piano di prevenzione della corruzione;
  • monitorare l’implementazione delle misure del Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione, anche tenuto conto di eventuali proposte formulate dai direttori e dai dirigenti in ordine alle attività ed ai procedimenti esposti a maggior rischio di corruzione;
  • la proposta all'Organo di indirizzo politico del Codice di comportamento dei dipendenti della Giunta regionale, previa consultazione utenti interni ed esterni e previo parere dell'Organismo Indipendente di valutazione;
  • il monitoraggio sull'applicazione del Codice di comportamento approvato dall'Organo di indirizzo politico;
  • la definizione di appropriate procedure per selezionare e formare dipendenti destinati ad operare in settori particolarmente esposti alla corruzione;
  • l’individuazione, anche su indicazione dei dirigenti competenti, del personale da inserire nei percorsi di formazione sui temi dell’etica e della legalità;
  • la verifica, di intesa con i dirigenti competenti, in ordine all'effettiva rotazione degli incarichi negli uffici preposti allo svolgimento di attività nel cui ambito è più elevato il rischio che siano commessi reati di corruzione;
  • la verifica del rispetto delle disposizioni sulla inconferibilità ed incompatibilità degli incarichi e la contestazione dell'esistenza o dell'insorgere delle situazioni di inconferibilità ed incompatibiltà;
  • predisporre la relazione sui risultati dell’attività svolta, trasmetterla all’Organo di indirizzo politico e pubblicarla sul sito istituzionale dell’Amministrazione entro il 15 dicembre di ogni anno;
  • controllare il corretto adempimento, da parte dell’amministrazione, degli obblighi di pubblicazione previsti dalla normativa;
  • segnalare all'Organo di indirizzo politico, all'Organismo Indipendente di Valutazione (O.I.V.), all'Autorità Nazionale Anticorruzione e, nei casi più gravi, all'Ufficio responsabile per i Procedimenti Disciplinari (U.P.D.) il mancato o ritardato adempimento degli obblighi di pubblicazione;
  • controllare e assicurare la regolare attuazione dell'accesso civico.

Struttura di riferimento e Contatti

Servizio Avvocatura Regionale

Responsabile per la Prevenzione della Corruzione e per la Trasparenza-R.P.C.T.

Avv. Stefania Valeri

responsabile.anticorruzione@regione.abruzzo.it.

tel.: 0862 - 363304 / 363558 / 363638

Segnalazioni di illeciti - Whistleblower

Per segnalare illeciti scarica il modello e invialo via e-mail a: segnalazioni@regione.abruzzo.it.

 

Uffici di Supporto al R.P.C.T.

  • Ufficio Prevenzione della Corruzione della Giunta Regionale

Responsabile: Dott. Domenico Madonna - e-mail: domenico.madonna@regione.abruzzo.it  –  tel. 0862/363404;

  • Ufficio Promozione e verifica dell’attuazione degli obblighi della trasparenza della Giunta Regionale

Responsabile: Sig.ra Laura Chiarizia - e-mail: laura.chiarizia@regione.abruzzo.it  - tel. 0862/363558

 

Scarica il contenuto della pagina