Versione stampabile

Conti Pubblici Territoriali - Il Progetto

Loghi CPT e SISTANIl progetto dei Conti Pubblici Territoriali è stato avviato nel 1994 con lo scopo di disporre di uno strumento in grado di garantire una misurazione dei flussi finanziari con articolazione territoriale a seguito di un accordo siglato in sede di Conferenza permanete dei rapporti Stato-Regioni.
Il progetto dei Conti Pubblici Territoriali è stato avviato nel 1994 con lo scopo di disporre di uno strumento in grado di garantire una misurazione dei flussi finanziari con articolazione territoriale a seguito di un accordo siglato in sede di Conferenza permanente dei rapporti Stato-Regioni. L'obiettivo principale è la costituzione di una banca dati Conti Pubblici Territoriali (CPT) come risultato di un progetto finalizzato alla misurazione dei flussi finanziari sul territorio. Infatti, attraverso i CPT è possibile avere informazioni sulla totalità delle entrate e delle spese (correnti e in conto capitale) delle amministrazioni pubbliche nei singoli territori regionali.
I Conti Pubblici Territoriali si riferiscono all'universo del Settore Pubblico Allargato ma consentono una articolazione flessibile per svariati sub-aggregati relativi a:
  • macro-aree e regioni amministrative;
  • classificazioni settoriali;
  • categorie economiche;
  • definizioni di spesa pubblica;
  • soggetti finali di spesa.
I Conti Pubblici Territoriali sono prodotti da un Nucleo centrale, operante nell'ambito del Nucleo di verifica e controllo presso l’Agenzia per la Coesione Territoriale sottoposta alla vigilanza del Ministro delegato e alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e da 21 Nuclei operativi presso ciascuna regione e provincia autonoma. L'esistenza di una rete di Nuclei è alla base dell’organizzazione dei CPT. La banca dati CPT è oggi in grado di fornire, con frequenza annuale, dati con un ritardo temporale di circa 12-18 mesi rispetto al periodo di riferimento delle informazioni. La Regione Abruzzo ha costituito, presso il Servizio “Controllo di Gestione ed Analisi delle Partecipate”, il “Nucleo Regionale Conti Pubblici Territoriali” che si occupa annualmente di rilevare e riclassificare le informazioni finanziarie contenute nei bilanci della Regione, di agenzie, aziende, società partecipate, enti dipendenti, enti strumentali, enti portuali, enti parco, consorzi, associazioni, camere di commercio ed altri enti ed istituzioni del settore pubblico allargato presenti sul territorio regionale, che compongono il cosiddetto “universo di riferimento” comprendente attualmente 141 enti.
Il progetto di consolidamento dei conti del settore pubblico allargato su base territoriale costituisce un fondamentale strumento di monitoraggio del complesso delle risorse finanziarie pubbliche che affluiscono in ciascun territorio regionale e fornisce un quadro analitico sia dei flussi di spesa che di entrata, consentendo l’assunzione di scelte programmatiche razionali ed organiche, relative ai diversi livelli di governo coinvolti nella realizzazione di progetti ed interventi.
I Conti Pubblici Territoriali fanno parte del Sistema Statistico Nazionale (SISTAN), ossia la rete dei soggetti pubblici e privati italiani che fornisce informazione statistica ufficiale, a partire dal programma Statistico Nazionale 2005-2007, comportando una sostanziale valorizzazione delle informazioni economico finanziarie prodotte in quanto destinate alla massima diffusione.
Condividi questa pagina su Twitter Condividi questa pagina su Facebook