Sommario della pagina:
Personalizza lo stile
Torna al sommario

PACC Abruzzo: Resilienza e politiche di adattamento ai cambiamenti climatici

I cambiamenti climatici rappresentano una delle più grandi sfide che governi, enti territoriali, istituzioni internazionali e popolazioni sono chiamati ad affrontare.
PAACPer fare fronte a questa complessa sfida, le azioni da intraprendere vanno dal contrasto alle cause dell'innalzamento della temperatura globale, alla predisposizione di piani di adattamento che minimizzino gli impatti dei cambiamenti climatici e sostengano le capacità resilienti dei territori.
Seguendo l'urgenza di predisporre a livello nazionale, regionale e locale piani di adattamento ai cambiamenti climatici, più volte affermata dall'Unione Europea che ne chiede l'integrazione nelle diversi fasi decisionali delle politiche pubbliche e di pianificazione territoriale, e in continuità con le azioni intraprese nell'ambito della COP21 di Parigi, la Regione Abruzzo, in collaborazione con CDCA e Climalia, ha avviato il progetto PACC Abruzzo.
Il territorio abruzzese, a causa delle sue intrinseche caratteristiche orografiche, territoriali e socioeconomiche e della sua ubicazione, è una delle regioni dell'intero territorio italiano con la più alta vulnerabilità ai cambiamenti climatici. Ciò è dovuto al fatto che la regione è caratterizzata dalla più alta diversità climatica dell'Italia peninsulare, passando dal clima temperato-caldo della fascia costiera al temperato freddo dei maggiori rilievi appenninici.
Il progetto PACC Abruzzo – Piano di Adattamento ai Cambiamenti Climatici della Regione Abruzzo ha come primo impegno la formulazione di un profilo climatico della Regione Abruzzo dal quale poi sviluppare un piano di adattamento specifico per la Regione.
Per la formulazione di un piano di adattamento che sia efficace è assolutamente indispensabile il coinvolgimento delle varie parti interessate.
Il PACC Abruzzo intende assicurare, a tal fine, un processo attivo di partecipazione degli stakeholder. Il loro coinvolgimento, infatti, garantirà l'identificazione di capacità resilienti al fine di favorire la loro sistematizzazione nella futura strategia.
In questo modo si potranno assicurare elevati livelli di accoglienza delle strategie di adattamento, oltre che il coinvolgimento e impegno dell'intera società.

Conferenza di lancio tra mare e montagna una strategia per gestire i rischi climatici nella Regione Abruzzo

Resilienza e politiche di adattamento ai cambiamenti climatici conferenza di lancio tra mare e montagna una strategia per gestire i rischi climatici nella Regione Abruzzo, Pescara 17 dicembre 2015 - h.09.30 / 18.00 - c/o Università degli Studi Gabriele d'Annunzio Dipartimento di Architettura - Sala Rossa in Viale Pindaro 42