Sommario della pagina:
Personalizza lo stile

Progetti nazionali/regionali

Le Migliori Energie per lo Sviluppo Sostenibile

ARAEN è partner del progetto di educazione ambientale dal titolo "Le Migliori Energie per lo Sviluppo Sostenibile" cofinanziato dalla Regione Abruzzo e interamente incentrato sulla divulgazione e formazione nell'ambito dell'uso delle fonti rinnovabili di energia e dell'uso efficiente dell'energia.

Valorizzazione energetica delle Biomasse

Valorizzazione energetica delle Biomasse. Accordo di programma tra Ministero dell'Ambiente e Regione Abruzzo

La Regione Abruzzo ha sottoscritto un accordo di programma con il Ministero dell'Ambiente avente ad oggetto l'attuazione di un programma per la valorizzazione delle biomasse nel territorio della Regione Abruzzo. Il Programma prevede la creazione di filiere complete per lo sfruttamento delle biomasse agro-forestali e residuali nella Regione Abruzzo: raccolta, trattamento, distribuzione, commercializzazione, utilizzo negli usi finali, termovalorizzazione in impianti dedicati. Per biomasse agro-forestali si intende il materiale vegetale prodotto da interventi selvicolturali, da manutenzione forestale, da potatura, da trattamento esclusivamente meccanico di coltivazioni agricole; per biomasse residuali si intende materiale vegetale prodotto dalla lavorazione artigianale e industriale di legno vergine, residui zootecnici, frazione organica degli RSU.
L'obiettivo del programma è quello di attuare un progetto pilota per la valorizzazione della biomassa, creando filiere efficienti che possano consentire la definizione di linee guida atte a favorirne la replicabilità su scala regionale. I benefici attesi dalla realizzazione del programma sono:
  • presidio e manutenzione sistematica del territorio forestale e montano con riduzione del rischio incendi e contenimento del dissesto idrogeologico;
  • creazione di occupazione connessa alle attività economiche di filiera e ad ulteriori attività indotte (ecoturismo, bioagricoltura);
  • formazione ed informazione sulle filiera della biomassa verso il settore pubblico e privato;
  • valorizzazione energetica di rifiuti dell'industria del legno, della frazione organica degli RSU e dei residui zootecnici;
  • risparmio energetico;
  • riduzione dell'utilizzo di combustibili fossili;
  • riduzione delle emissioni di gas serra.
Con DGR n. 100 del 2007 la Regione Abruzzo ha approvato il protocollo tecnico aggiuntivo che stabilisce le modalità di attuazione dello stesso.

Aggiornamento del Piano Energetico Regionale

Realizzazione e valutazione di parchi eolici in Abruzzo

Campagna regionale per il risparmio energetico

Con le eco-lampadine risparmi e aiuti l'ambiente. La Regione Abruzzo e Legambiente danno il via a una grande campagna per il risparmio energetico. Con lo sconto di 3 EURO sulle lampade fluorescenti compatte a basso consumo energetico si intende incentivare i cittadini abruzzesi ad attuare pratica più semplice e veloce per ottenere immediati risparmi di energia elettrica.
Tutte le informazioni utili e i punti vendita dove trovare le lampade scontate sul sito internet di Legambiente Abruzzo: Sito Legambiente Abruzzo.

Covenant of mayors: il Patto dei sindaci in Abruzzo

Il 4 maggio 2010 la Regione Abruzzo ha aderito al Covenant of Mayors in qualità di "Supporting Structure" per la promozione, il sostegno e lo sviluppo della produzione di energia da fonti rinnovabili, del risparmio energetico e della mobilità sostenibile, conformemente agli obiettivi programmatici della Commissione Europea.
Si tratta di obiettivi a cui la Regione Abruzzo mira con un impegno straordinario a tutti i livelli di governance: si tratta dell'unico caso in Italia in cui vi sia stata la sottoscrizione da parte di tutti i 305 Comuni della Regione e delle 4 Province.
Ma l'Abruzzo si pone come caso emblematico a livello europeo anche per aver sfruttato nel modo più efficace la sostanziale corrispondenza tra gli obiettivi del Covenant of Mayors e quelli del POR-FESR 2007/2013, Asse II "Energia" mettendo a disposizione degli Enti locali una somma di circa 35 milioni di euro per la realizzazione degli interventi previsti nel Patto dei Sindaci attraverso l'efficientamento energetico degli edifici pubblici (prevalentemente scuole), per la produzione di energia da fonti rinnovabili e per le azioni di comunicazione delle conoscenze in campo energetico.
Strumento chiave della "governance" è stata la Cabina di Regia, composta da Regione, Province e ANCI che ha permesso a tutti gli enti locali regionali di concordare una strategia unitaria sul territorio.
Ne è risultata una politica attiva territoriale che ha coinvolto i diversi livelli decisionali locali e che ha consentito di disciplinare con la Cabina di Regia modi e tempi per l'erogazione delle risorse e per la realizzazione degli interventi. Tutti gli enti coinvolti hanno concluso i propri interventi grazie all'erogazione in anticipo da parte della Regione del 95% del finanziamento previsto. Il meccanismo attuato, oltre a consentire di realizzare in tempi brevissimi gli interventi per l'efficientamento energetico degli edifici pubblici e la produzione di energia da fonti rinnovabili, ha avuto un ottimo effetto indotto sull'economia locale consentendo ai Comuni di spendere sul territorio una cifra notevole senza dover affrontare alcuna difficoltà legata alle disponibilità del proprio bilancio.
L'idea di mettere intorno ad un tavolo regione, province e comuni per definire un obiettivo comune è stata vincente e il risultato è che oggi sono stati conclusi 600 cantieri, ogni comune ha un modello, ogni cittadino ha la possibilità di vedere e toccare con mano gli effetti dell'efficientamento energetico.

News e Avvisi

Progetto BRICKS - È disponibile l'handbook degli undici profili professionali nel campo edile

Ottenere entro il 2030 un parco edilizio a "energia quasi zero" significa definire un repertorio nazionale dei mestieri ...

Eventi

In questo momento non vi sono eventi in corso...