Sommario della pagina:
stampa questa paginastampa questa pagina
Personalizza lo stile

Eremo - Provincia di Pescara

Eremo di San Giovanni all'Orfento

Comune:  Caramanico
Tipologia:  Eremo Celestino
Come arrivare:  A24/A25 RM-PE uscita Alanno-Scafa/ proseguire lungo direzione Scafa/ SS 487 direzione Caramanico Terme da Napoli: A1 NA-RM uscita Caianello/ seguire indicazioni per Castel di Sangro/ Roccaraso/ Sulmona/ A25 direzione Pescara uscita Alanno-Scafa/ proseguire lungo in direzione Scafa/ SS 487 direzione Caramanico Terme
Notizie:  L'eremo di San Giovanni all'Orfento, sovrastante l'omonima grotta, è posto nel cuore della Riserva Naturale a 1227 metri sul livello del mare. Il cenobio è sicuramente il più inaccessibile degli eremi frequentati dall'eremita Pietro da Morrone, divenuto poi papa con il nome di Celestino V, il quale vi dimorò tra il 1284 e il 1293. Nei periodi di assenza del Santo, l'eremo fu spesso abitato dai suoi discepoli. Il luogo sacro era costituito da alcuni ambienti dedicati all'eremitaggio e da una chiesetta, alcune cellette per i monaci ed una piccola foresteria; i vani dell'eremo sono scavati direttamente nella roccia e sono ancora oggi ben riconoscibili, mentre gli ambienti dedicati alla vita cenobitica, edificati in pietra nell'area sottostante, sono andati distrutti. Gli scavi archeologici condotti nel 1995 hanno messo in luce le mura dell'antico monastero ed insieme sono emersi interessanti reperti databili età del Bronzo. L'accesso alla struttura avviene attraverso una scalinata ed un camminamento ricavati nella parete rocciosa, la cui larghezza in alcuni punti non è più ampia di 20 centimetri. In prossimità dell'ingresso, inoltre, il percorso si interrompe costringendo il visitatore a camminare carponi per alcuni metri. Anticamente l'ingresso era facilitato da una passerella lignea. Il primo ambiente che si incontra è una piccola stanza rettangolare (200x380 centimetri) coperta a volta piatta, con due nicchie scavate nella parete sinistra ed una sulla parete di fondo. Seguono altri ambienti ritagliati nella roccia: una stanza coperta da un volta a botte in cui è conservato un semplice altare e dei piccoli vani con delle nicchie ricavate nella parete rocciosa, utilizzate a modo di ripostigli. Di notevole interesse è l'impianto idrico scavato nella roccia, il quale raccoglie sia l'acqua piovana che l'acqua che trasuda dalle pareti rocciose, convogliandola in apposite vasche. L'impianto idraulico è ancora in buone condizioni, salvo per due vasche rotte dal gelo.
Informazioni:  Municipio tel. 085-9290202
Stato di agibilità:  Agibile
Caramanico, Eremo di San Giovanni all'Orfento, interno
Caramanico, Eremo di San Giovanni all'Orfento, altare
Caramanico, Eremo di San Giovanni all'Orfento, interno 2
Caramanico, Eremo di San Giovanni all'Orfento, pianta