Sommario della pagina:
stampa questa paginastampa questa pagina
Personalizza lo stile

Eremo - Provincia di Pescara

Tombe rupestri di San Liberatore

Comune:  Serramonacesca
Tipologia:  Tombe rupestri
Come arrivare:  A24/A25 RM-PE uscita Alanno-Scafa/ proseguire in direzione Turrivalignani/ Manoppello/ Serramonacesca da Napoli: A1 NA-RM uscita Caianello/ proseguire lungo la SS 372 direzione Vairano Scalo/ poi SS 85/ SS 158 direzione Colli al Volturno/ seguire indicazioni per Castel di Sangro/ Roccaraso/ Sulmona/ A25 direzione Pescara uscita Alanno-Scafa/ proseguire in direzione Turrivalignani/ Manoppello/ Serramonacesca
Notizie:  Il complesso delle tombe rupestri di San Liberatore è raggiungibile dal piazzale del monastero di San Liberatore di Serramonacesca, attraverso un comodo sentiero che porta sulla riva del fiume Alento, raggiunto il quale il complesso è già visibile. Le tombe sono collocate su una parete di 20 metri percorribile attraverso un sentiero largo dai 40 ai 100 cm. Scavate nel banco roccioso si possono contare tre tombe, una piccola nicchia ed una cappellina. La tipologia delle tombe è ad arcosolio, cioè a forma di sarcofago sormontato da un arco, tipica catacombe cristiane dei ceti nobili. Lungo la parete, dopo uno stretto passaggio, si giunge ad una cappella (1,70 x 5 x 2,50 metri) da cui tre rozzi gradini conducono ad una specie di podio; sul lato sinistro è posta una piccola vasca, forse con funzione di acquasantiera, per la raccolta dell'acqua piovana. Sul podio si notano i resti di una base (di circa 50 cm di lato) su cui doveva poggiare una statua e, sul retro, una nicchia con i resti di un affresco reso irriconoscibile a causa dell'elevata umidità. Non ci sono tracce delle antiche lastre di chiusura delle tombe che generalmente recavano impresse iscrizioni e simboli. Nessuna notizia sul complesso tombale ci è pervenuta, né dalla tradizione locale né dalle fonti storiche. Si può ipotizzare che il complesso appartenesse ad un piccolo nucleo di eremiti che, intorno all'VIII-IX secolo, dovevano abitare la zona. Sicuramente con il trasformarsi della comunità in un gruppo più organizzato e numeroso, la piccola parete perse la sua funzione pur rimanendo per tutti un luogo sacro. Esso doveva essere dedicato a San Giovanni, come si evince dalla toponomastica locale, secondo la quale il luogo viene chiamato ancora " San Giuannelle".
Informazioni:  Curia diocesana tel. 0871-3591218 Municipio tel. 085-859416
Stato di agibilità:  Agibile
Serramonacesca, Tombe rupestri San Liberatore, esterno
Serramonacesca, Tombe rupestri San Liberatore, esterno, particolare