Sommario della pagina:
stampa questa paginastampa questa pagina
Personalizza lo stile

Fontane Provincia di Chieti

Fonte del Borgo di Lanciano

Comune:  Lanciano
Come arrivare:  A14, uscita Lanciano
Notizie:  La fonte del Borgo, iscritta nell'elenco dei monumenti nazionali, è un'antica fonte pubblica del XVI sec. situata nel quartiere omonimo che si trova nei pressi della demolita porta S. Angelo; è anche nota col nome di fonte della Pietrosa perché è situata nella parte più bassa della valletta della Pietrosa in cui scorreva il ruscello omonimo. Con la nuova espansione urbana a sud della città medioevale la struttura è stata parzialmente coperta a causa del riempimento della valle nel 1922. La Fonte ha subito molteplici restauri e già alla fine del secolo XVIII era in stato di avanzato degrado; nonostante fu decisa la riparazione nel 1791, la sua ricostruzione fu ultimata soltanto nel 1824 con la realizzazione di lavori in pietra da taglio e nuove arcate e soffitti. Ultimo il restauro del 1972-74 con la sistemazione dell'area circostante, il consolidamento e il riassetto di murature e paramenti e la liberazione dalla vegetazione spontanea e dai detriti. L'attuale stato di conservazione della fontana, tutt'ora funzionante, è discreto per ciò che concerne le strutture mentre le superfici, la pavimentazione e la scala di accesso sono di nuovo parzialmente coperte dalla vegetazione. L'impianto è asimmetrico, costituito da un corpo principale con coronamento a timpano e di un'ala laterale, che funge da lavatoio, con 12 aperture a tutto sesto con ghiera di mattoni, ricavata in un ampio vano di forma rettangolare a ridosso della collina. Il timpano triangolare, in mattoni sagomati, del corpo centrale è sostenuto da un ordine di lesene in mattoni con capitelli e trabeazione, completa di fregio e triglifi, che inquadrano un paramento di lastre di pietra squadrata in cui sono inseriti sei mascheroni scolpiti, pure in pietra, antropomorfi e zoomorfi, che rappresentano volti umani con criniere di leoni, dalle cui cannelle sgorga l'acqua che alimenta la vasca sottostante. Sul lato sinistro si articola l'ala laterale, con tre vasche per i lavatoi, scandita da una serie di dodici arcate a tutto sesto su pilastrini in mattoni a sezione quadrata; a contenimento del terreno sovrastante si erge un alta muraglia in pietrame misto a mattoni in cui si apre una finestrella quadrata.
Informazioni:  Municipio tel. 0872-7071