Sommario della pagina:
stampa questa paginastampa questa pagina
Personalizza lo stile

Organi Provincia dell'Aquila

Organo della chiesa del SS. Salvatore

Comune:  Castellafiume
Frazione:  Pagliara dei Marsi
Come arrivare:  A24/A25 RM-PE uscita Avezzano/ proseguire in direzione Capistrello/ Castellafiume/ Pagliara dei Marsi da Napoli: A1 NA-RM uscita Cassino/ seguire indicazioni per Sora/ Avezzano/ Balsorano/ Capistrello/ Castellafiume/ Pagliara dei Marsi
Notizie:  Di grande valore storico e artistico, l'organo (cm. 330 x 185 x 100 ca.) della chiesa del SS. Salvatore a Pagliara dei Marsi fu costruito nel 1873 dall'organaro romano Tommaso Vajola (v. Scheda autore), come attesta il cartiglio rinvenuto all'interno della secreta sinistra del somiere maestro che riporta l'iscrizione: "THOMAS VAJOLA ROMAN.US/ FECIT A.no Domini 1873". La cassa di risonanza che racchiude lo strumento è di mediocre fattura, in legno dipinto e ad un solo scomparto ad arco del tipo a chiglia. Il prospetto è costituito da 19 canne di stagno distribuite in unica campata e formanti una cuspide con ali laterali ascendenti; 9 canne sono originali con il labbro superiore sagomato a mitria e puntino sbalzato alla sommità, mentre alcune sono di epoca recente con labbro a scudo e freno armonico. Il prospetto è protetto da due antine (una è staccata) dipinte all'interno con motivi floreali e all'esterno con una raffigurazione delle canne di facciata. La tastiera è collocata nella finestra sotto il prospetto ed è composta da 50 tasti (Do1 - Fa5 con prima ottava in sesta) con diatonici in bosso con frontalini piatti. La pedaliera, dritta a leggio, presenta 9 pedali (Do1 - Do2 con prima ottava scavezza) ed è costantemente unita alla tastiera. I registri, posti direttamente sulla cassa, sono disposti su due colonne a destra della tastiera e sono azionati da tiranti con pomelli in legno tornito. L'organo è dotato di due mantici del tipo a cuneo azionati manualmente tramite corde. Il somiere maestro è in noce, del tipo a tiro, e contiene 50 ventilabri e 8 stecche; anche il crivello è in legno con bocca delle canne posta sopra di esso. Lo strumento ha subito alcuni interventi di restauro: nel 1886 e nel 1887 ad opera dell'organaro Temistocle Vajola che probabilmente apportò alcune aggiunte, e uno più recente nel 1950.
Informazioni:  Municipio di Castellafiume tel. 0863-54142
Pagliara dei Marsi, chiesa del SS. Salvatore, prospetto dell’organo