Sommario della pagina:
Personalizza lo stile
Scegliete la lingua

Notizia

ChiodiPIENO SUCCESSO PER GLI OPENDAYS SULLA "MACROREGIONE ADRIATICO-IONICA" TARGATI "ABRUZZO"

L'edizione 2012 degli Open Days sulla Macro-regione Adriatico-Ionica si é conclusa da poco ed é gią ora di tracciare un primo bilancio. Solo un anno fa, di questi stessi tempi, nessuno parlava pił di Adriatico-Ionico. Nuove proposte di strategie integrate, concorrenti con quella dell'Adriatico-Ionico, sembravano prendere il sopravvento nella scala di prioritą fissata dagli Stati. E secondo molti osservatori la strategia per l'Adriatico-Ionico era morta e sepolta. Oggi la situazione é completamente diversa. Tra alcune settimane si terrą una importante riunione di vertice tra gli Stati Adriatico-Ionici ed il Commissario alle politiche regioni Johannes Hahn. Tale incontro é stato annunciato dal Sottosegretario italiano agli Affari esteri Marta Dassł proprio durante gli Open Days. Nel contempo, entro la fine del mese, la Commissione dovrebbe varare la strategia marittima integrata per il bacino dell'Adriatico-Ionico, il primo tassello della costruzione che porterą alla futura strategia unica. Ed anche questo passaggio epocale é stato annunciato durante gli Open Days, per voce dalla Responsabile europea per le politiche marittime, la Commissaria greca Maria Damanaki, che ha preso parte direttamente ai lavori. Per questi motivi l'edizione appena trascorsa potrebbe essere presto annoverata come una "pietra miliare" del processo di elaborazione della strategia integrata dell'Adriatico-Ionico. Merito di tutti i partner del Consorzio - certo - e forse anche del metodo di lavoro inaugurato dall'Abruzzo, in qualitą di Leader-partner dell'iniziativa, improntato a risultati tangibili e concreti, oltre che ad un elevato tasso di condivisione nelle premesse e negli obiettivi tra tutti gli interlocutori, non solo quelli regionali, ma anche gli Stati membri e le altre Istituzioni coinvolte.
Condividi questa pagina su Twitter Condividi questa pagina su Facebook