Danni e controllo fauna selvatica

Ultimo aggiornamento: 23 Settembre 2022

Danni da fauna selvatica

La rinaturalizzazione della collina e della montagna, le vaste aree protette e la disponibilità di cibo, hanno determinato in Abruzzo negli ultimi anni, un considerevole incremento demografico delle popolazioni di alcune specie selvatiche, in particolare di cinghiali, cervi, caprioli.

Questo fenomeno, sta provocando l’aumento della frequenza di attacchi a colture e allevamenti zootecnici e di incidenti stradali provocati da impatti fortuiti con quelle specie animali, che comportano ingenti danni a cose e persone.

Per fronteggiare tale emergenza, la Regione Abruzzo ha attivato la caccia di selezione e piani di controllo per il contenimento della fauna.

Al tempo stesso, le segnalazioni inviate agli uffici regionali da cittadini e imprese hanno consentito di redigere un censimento, certamente incompleto ma significativo, sia degli incidenti avvenuti sulle strade abruzzesi, sia degli attacchi a colture e allevamenti, da cui si possono desumere frequenza e localizzazione degli eventi.

I dati sugli incidenti stradali sono stati geolocalizzati e saranno oggetto di aggiornamento e perfezionamento.

Nello spirito di collaborazione con le amministrazioni coinvolte e nell’interesse delle popolazioni, si ritiene utile rendere disponibili i dati raccolti, affinché ogni amministrazione interessata possa adottare gli interventi più opportuni di prevenzione.

Contributi per danni causati a colture e bestiame

Le domande di contributi per i danni causati alle colture e al bestiame dalla fauna selvatica, devono essere presentate attraverso l'applicazione Artemide messa a disposizione.

IMPORTANTE!

In base alle modalità operative per la concessione dei contributi per i danni causati da fauna selvatica, prescritte dalla DGR 131/2021, “i danneggiati devono presentare istanza di contributo entro quattro giorni lavorativi dall’evento dannoso, utilizzando esclusivamente la piattaforma Artemide, pena l’inammissibilità della richiesta e la conseguente archiviazione”.

Richiesta intervento per la presenza di cinghiali

Le domande per richiedere l'intervento della polizia provinciale e/o degli ATC per la presenza di cinghiali, devono essere presentate attraverso l'applicazione Artemide.

IMPORTANTE!

Per l'efficacia dell'intervento, le richieste devono essere tempestive rispetto all'avvistamento del selvatico o all'accertamento del danno.

Incidenti causati da fauna selvatica sulle strade della Regione Abruzzo

Per le richieste di risarcimento danni dovute ad impatti fortuiti con la fauna selvatica dei veicoli sulle strade di competenza regionale, non è più operante l’assicurazione regionale.

Pertanto occorre che l’interessato invii a mezzo pec una richiesta di risarcimento danni avvalendosi dello strumento della negoziazione assistita prevista nella Legge 162/2014.

Alla richiesta vanno allegati tutti gli elementi probatori utili a consentire all’Amministrazione regionale le opportune valutazioni di merito e, più precisamente:

  • verbale della forza di polizia eventualmente intervenuta sul luogo dell’incidente;
  • documentazione fotografica dei danni subiti dal veicolo;
  • altra documentazione probante ai fini del risarcimento (referti medici, testimonianze di persone presenti sul luogo dell’incidente, ecc.)
  • modulo informativo redatto secondo il modello disponibile su questa pagina nella sezione modulistica.

Si precisa che le richieste pervenute per incidenti occorsi su autostrade, zone parco, aree protette dovranno essere inoltrate all’Ente o la Struttura competente alla gestione delle stesse.

Controllo fauna selvatica

Provvedimenti

  • DGR n. 418 del 29/07/2022 - Risarcimento dei danni causati dalla fauna selvatica alle colture agricole ed al patrimonio zootecnico. Avvio progetto pilota aziende agricole provincia di Chieti – Periodo 1° agosto / 31 dicembre 2022.
  • DGR n. 306 del 10.06.2022 - Art. 19 L. 157/1992 e art. 44 L.R. 10/2004. “Disciplina delle attività di controllo delle popolazioni di cinghiale (Sus scrofa) nei territori sottoposti a gestione programmata della caccia e negli istituti faunistici della Regione Abruzzo per il periodo 2022-2027”

Controllo nelle aree urbane

Modalità operative

Modulistica

  • Modello A - Richiesta intervento di controllo da compilarsi a cura di Comuni, Associazioni Agricole, Aziende Agricole
  • Modello B - Richiesta di adesione/liberatoria personale volontario da compilarsi a cura di tutti gli operatori volontari
  • Modello C - Richiesta di iscrizione gruppo di Girata da compilarsi a cura del Capogruppo
  • Modello D - Richiesta di attività di cattura mediante gabbie/chiusini a cura del proprietario o possessore del fondo
  • Modulo per denuncia incidente stradale causato da fauna selvatica