Fertilizzanti organici di alta qualità derivanti da digestato da biogas (CE-SFS-39-2019)

Programma europeo: 
Azione programma: 
Sfide Sociali - Sicurezza alimentare sostenibile - Azioni innovative (IA)

Le politiche pubbliche in Cina e in diversi Stati membri dell'UE hanno promosso l'uso della digestione anaerobica per trattare i rifiuti organici e generare energia rinnovabile. Ciò ha comportato la produzione di notevoli quantità di digestato come sottoprodotto, che potrebbe sollevare un problema ambientale, dimostrarsi costoso e rappresentare un uso inefficiente della biomassa. L'opzione più semplice per dare un prezzo al digestato è usarlo come fertilizzante organico e come sostanza ammendante.

I progetti devono sviluppare tecnologie di trattamento per convertire il digestato in un fertilizzante adatto o in una sostanza ammendante. Potrebbero concentrarsi su un tipo specifico di digestato o sviluppare un processo flessibile che copre una varietà di digestati. Questi trattamenti devono:

  1. Ridurre i rischi legati ai rischi biologici e chimici (compreso l'AMR) a livelli accettabili
  2. Migliorare le proprietà fertilizzanti
  3. Affrontare i problemi relativi al formato, alla formulazione e alla manipolazione. Per evitare l'inquinamento occorre cercare soluzioni adeguate per la fase liquida.

Il concime sviluppato deve essere adatto per l'uso diretto o per la formulazione mista con altri fertilizzanti. Le prove sul campo devono essere attuate in un periodo di tempo appropriato per valutare le sue proprietà agronomiche, nonché i suoi effetti sull'ambiente (comprese le emissioni di gas a effetto serra) e sulla sicurezza alimentare. I progetti devono concentrarsi su tecnologie che potrebbero essere impiegate in modo decentralizzato, su scala relativamente piccola. Tali tecnologie devono raggiungere un livello di preparazione tecnologica (TRL) 6-7 entro la fine del progetto. Sarà effettuata una valutazione d'impatto globale (economica, ambientale e sociale) del modello di business e verranno fornite raccomandazioni politiche per aumentarne la diffusione

Candidati ammissibili: 

I candidati devono essere soggetti giuridici legalmente stabiliti in uno dei seguenti Paesi. Il consorzio deve essere composto da almeno tre beneficiari autonomi, ciascuno dei quali deve essere stabilito in un diverso Paese membro dell’UE o Paese associato di Orizzonte 2020

Paesi ammissibili: 
  • Stati Membri UE
  • Paesi e territori d'oltremare (PTOM) legati agli Stati membri
  • Paesi associati
Apertura Bando: 
Mar 16 Ottobre 2018
Scadenza: 
Mer 23 Gennaio 2019
Budget: 
5.000.000 Euro