Innovare e ampliare l'uso e la base di competenze informatiche ad alte prestazioni - Azioni di Ricerca e Innovazione (HPC-RIA) - Tecnologie di elaborazione su scala estrema e tecnologie basate sui dati (EuroHPC-01-2019)

Programma europeo: 

Questa proposta mira a sviluppare tecnologie di alta competenza informatica (HPC) e tecnologie basate su dati di livello mondiale, che utilizzano tecniche di ingegneria del software, strumenti di programmazione e librerie che possono essere adattati e riorientati ad architetture HPC in rapida evoluzione, al fine di massimizzare le prestazioni e l'efficienza delle applicazioni nei supercomputer di prossima generazione. Le azioni dovrebbero consentire di mobilitare gli sforzi sulle tecnologie europee di trattamento a bassa potenza e sui centri di eccellenza e costruire in Europa un ecosistema HPC sostenibile, consentendo la collaborazione tra le parti interessate.

Le proposte dovrebbero riguardare lo sviluppo di tecnologie informatiche e architetture di sistema su scala estrema, modelli e strumenti di programmazione, gestione delle risorse, tolleranza ai guasti e metodi e algoritmi matematici in un ambiente informatico sempre più complesso ed eterogeneo con gerarchie di memoria e di archiviazione. Gli approcci dovrebbero rispondere alle esigenze critiche di prestazioni applicative, efficienza energetica, scala, resilienza, programmazione, programmabilità, ecc. attraverso i livelli di calcolo, le reti, la memorizzazione e la gestione dei dati. Si dovrebbe seguire un approccio di co-design, dall'applicazione all'hardware, rispondendo alle sfide degli utenti dell'industria e dei centri di ricerca/accademia e coinvolgendo i lavori sulle tecnologie europee di trattamento a bassa potenza e i risultati dei centri di eccellenza, importanti progetti europei e nazionali precedenti nel settore, nonché i dati forniti, ad esempio, dai Laboratori per l'innovazione digitale.

Gli approcci dovrebbero garantire che essi contribuiscano alla realizzazione di future architetture di sistema basate su tecnologie europee. In particolare, le proposte devono dimostrare che tali approcci sono in linea con gli sforzi delle tecnologie europee di trattamento delle basse potenze, descrivendo i meccanismi che saranno utilizzati a tal fine.

Le proposte devono riguardare uno o più dei seguenti sottotemi (le proposte devono indicare chiaramente il sottotema che ne costituisce l'obiettivo principale):

a) Tecnologie per aumentare le prestazioni applicative sostenute a livello di nodi e di sistema, migliorare l'efficienza energetica e aprire nuovi settori d'uso (ad esempio, analisi dei dati ad alte prestazioni e tecnologie miste di precisione per i modelli informatici esistenti e per l'intelligenza artificiale).

b) Tecnologie per gestire i volumi di dati generati e consumati, per ridurre al minimo il movimento dei dati e per aumentare la flessibilità nell'immagazzinare, manipolare e accedere a insiemi di dati estremamente grandi in ambienti informatici molto eterogenei.

c) Capacità di rete che consentono una comunicazione a bassa latenza e ad alta larghezza di banda tra grandi numeri di calcolo estremo e componenti di dati (ad es. nodi, memoria, memoria, acceleratore, ecc.).

d) Modelli di programmazione, sistemi associati, software di sistema e compilatori per garantire scalabilità del codice, manutenibilità, funzionalità e portabilità e ottimizzazione delle prestazioni su architetture e sistemi esistenti e possibili per il futuro.

e) Nuovi metodi e algoritmi matematici per garantire un'usabilità efficiente e migliorare l'efficienza energetica, caratterizzati da elevata robustezza e maggiore scalabilità.

L'impresa comune ritiene che, per i temi a), b) e c), le proposte che richiedano un contributo fino a 4 milioni di euro, le proposte che richiedano rispettivamente un contributo fino a 7,5 milioni di euro per il sottotema d) ed infine le proposte che richiedano un contributo fino a 1,5 milioni di euro per il sottotema e), consentirebbero di affrontare adeguatamente questa sfida specifica. Ciò non preclude la presentazione e la selezione di proposte di durata diversa o che richiedano altri importi.

Candidati ammissibili: 

I candidati devono essere soggetti giuridici legalmente stabiliti in uno dei Paesi che seguono. Il consorzio deve essere composto da almeno tre beneficiari autonomi stabiliti in tre diversi Stati membri dell'UE o nei paesi associati di Orizzonte 2020.

Paesi ammissibili: 
  • Stati Membri UE
  • Paesi e territori d'oltremare (PTOM) legati agli Stati membri
  • Paesi associati
Scadenza: 
Mar 14 Gennaio 2020
Budget: 
18.333.333 Euro