Piano di difesa della costa

Ultimo aggiornamento: 07 Agosto 2020

La presente documentazione che costituisce elaborazione del piano difesa della costa (PDC) è redatta, come soggetto proponente, dal Dipartimento Infrastrutture e trasporti attraverso il Servizio opere marittime e acque marine DPE012 della Regione Abruzzo e costituisce proposta per l’aggiornamento del piano vigente denominato “Gestione integrata dell’area costiera. Piano organico per il rischio delle aree vulnerabili” di cui alla DGR n. 964 del 13/11/2002 e alla DCR n. 36/3 del 13 giugno 2006.

Il piano di difesa della costa dall’erosione, dagli effetti dei cambiamenti climatici e dagli inquinamenti costituisce lo strumento essenziale per la pianificazione degli interventi di gestione della fascia costiera, definendone il quadro programmatorio e attuativo, sia per l’attivazione e la disposizione delle risorse economiche sia per la successiva autorizzazione e la realizzazione degli interventi.

Lo strumento proposto, affrontando le tematiche di settore, riconosce e integra, alle istanze proprie della pianificazione dell’intervento di difesa costiera, le considerazioni al contorno relative alla mitigazione e all’adattamento ai cambiamenti climatici, all’inquinamento delle acque marine costiere e alle attività connesse di balneazione.

La finalità è la gestione del rischio della fascia costiera abruzzese, attraverso l’analisi previsiva degli eventi potenzialmente pericolosi e la pianificazione degli interventi necessari per delimitarne e contrastarne gli effetti già determinati.

  • Analisi e documenti propedeutici

    Documentazione della ricerca AN.CO.R.A. e cartografia dell'ananlisi conoscitiva.

  • Fase preliminare e fase formativa

    Indirizzi generali e VAS nella fase preliminare, relazioni e cartografie per la fase formativa.