Soggetto Aggregatore

Il D.L. n. 66 del 2014, convertito dalla L. 89/2014, ha rafforzato il processo di razionalizzazione e aggregazione degli acquisti nel settore dei beni e servizi prevedendo, in particolare, l'istituzione di un Tavolo Tecnico nazionale dei soggetti aggregatori costituito, oltre che da Consip, dalle centrali di committenza regionali e dagli altri soggetti in possesso dei requisiti definiti con il DPCM dell'11 novembre 2014.

Lo stesso D.L. 66/2014 ha stabilito che le amministrazioni statali, le regioni, gli enti regionali, i loro consorzi e associazioni, e gli enti del servizio sanitario nazionale siano tenute ad acquistare tramite i Soggetti Aggregatori, oltre determinate soglie, i beni/servizi rientranti nelle categorie merceologiche individuate annualmente con un apposito DPCM.

L'elenco dei Soggetti Aggregatori, è stato modificato da ultimo con Deliberazione dell'ANAC n. 125 del 10.02.2016; all'interno dell'elenco è ricompresa la Stazione Unica Appaltante Abruzzo.

Con deliberazione di Giunta Regionale n. 217 del 05 aprile 2016 la Stazione Unica Appaltante Abruzzo è stata incardinata all'interno del Servizio del Genio Civile di L'Aquila e sono state individuate strutture in avvalimento per il necessario supporto alle attività del Soggetto Aggregatore.

Il Tavolo Tecnico dei Soggetti Aggregatori, istituito con DPCM 14 novembre 2014 ha, tra l'altro, il compito di individuare e proporre alla Presidenza del Consiglio le categorie merceologiche e le soglie di valore al di sopra delle quali è previsto l'obbligo di ricorrere ai Soggetti Aggregatori.