Spostamenti

Sommario

  1. Spostamenti
  2. Esenzione pedaggio autostradale per gli operatori sanitari

 


Spostamenti

In base al DPCM del 26 aprile 2020 sono consentiti solo gli spostamenti sul territorio nazionale e salvo disposizioni locali,  motivati da esigenze:

  • lavorative;
  • di salute;
  • di necessità.

È anche possibile spostarsi all’interno della propria Regione per fare visita a congiunti, purché venga rispettato il divieto di assembramento e il distanziamento interpersonale di almeno un metro e vengano utilizzate protezioni delle vie respiratorie.

Sono inoltre consentiti gli spostamenti per il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza. 

Quando ci si sposta per una delle ragioni sopra indicate, è necessario compilare un’autodichiarazione che potrà essere resa anche seduta stante attraverso la compilazione di moduli forniti dalle forze di polizia.

Quando si entra in Abruzzo è necessario segnalare la propria presenza sul territorio regionale, utilizzando le modalità riportate nella pagina "Segnala il tuo ingresso in Abruzzo".

ATTENZIONE: i soggetti con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (maggiore di  37,5°C) devono rimanere presso il proprio domicilio e limitare al massimo i contatti sociali, contattando tempestivamente il proprio medico curante.

Per maggiori informazioni sugli spostamenti è possibile consultare le F.A.Q..

SANZIONI PER VIOLAZIONI ALLE LIMITAZIONI DEGLI SPOSTAMENTI

La sanzione per chi viola le limitazioni agli spostamenti è quella indicata dal Dpcm 8 marzo 2020 (articolo 650 del Codice penale: inosservanza di un provvedimento di un’autorità), salvo che non si possa configurare un’ipotesi più grave.

Come fare per compilare le multe e pagare le sanzioni COVID-19.

 


Esenzione pedaggio autostradale per gli operatori sanitari

Dal 01.06.2020 i transiti nei tratti autostradali A24 e A25 non saranno più considerati in esenzione.